“Giornata dei calzini spaiati” – VIII Edizione

Data: 05/02/2021

Questa mattina i piccoli del “Roncalli”  si sono presentati a scuola tutti con i calzini spaiati, colorando la scuola e i loro cuori con i colori più belli dell’arcobaleno

I bambini della II C

Chissà quante volte nel piegare il bucato vi sarà capitato di trovare dei calzini spaiati. Da piccola pensavo che fosse la lavatrice a mangiarseli perché era proprio quello il posto da dove ne veniva fuori sempre almeno uno in meno. È ovvio che adesso la penso in maniera diversa, anche se con buona frequenza ne trovo qualcuno spaiato. Per ovviare al problema qualche tempo fa avevo deciso di comprarli tutti dello stesso colore e per un po’ la cosa ha funzionato. Ma poi mi sono resa conto che i calzini monocromatici, blu o neri, sono noiosi. Ed ecco che sono ritornata ai colori. A righe, a pois, con le stelline, in tartan scozzese, o a spina di pesce. Gialli, rossi, verdi, blue. Il bucato si tinge di allegria e anche i miei piedi sembrano essere più felici. Poco conta se la mia lavatrice continua a divorarne qualcuno. Poco conta se il vento ne disperde un altro. Poco conta se in fondo al cassetto a fine stagione ne trovo tre o quattro senza un compagno.

I calzini spaiati sono proprio come noi, non c’è mai una persona uguale all’altra. Neanche i gemelli sono uguali.

Marco e Mattia II C

Lo sanno bene Marco e Mattia, sette anni, che in seconda elementare insieme ai compagni di classe hanno festeggiato la “Giornata dei calzini spaiati”. Marco e Mattia, apparentemente uguali, sempre insieme sin dal concepimento, non hanno proprio nulla di uguale. Uno è più alto, l’altro più basso; uno è intonato, l’altro lo è meno; uno ama la matematica, l’altro l’italiano; uno è bravo a calcio, l’altro adora il Karate. Ecco, Marco e Mattia sono diversi, diversi tra loro e diversi tra i compagni di classe. Diversi, unici, speciali.

Ogni bambino è diverso e speciale per il colore della sua pelle, per il proprio credo religioso, per le capacità logiche, matematiche o linguistiche, per le abilità motorie, per la simpatia, il talento, la determinazione.
Ecco perché, oggi 5 febbraio, gli studenti del “Roncalli” di Grotte hanno celebrato la “Giornata dei calzini spaiati”, una giornata per dimostrare le proprie differenze senza pregiudizi.
Questa mattina si sono presentati a scuola tutti con i calzini spaiati, colorando la scuola e i loro cuori con i colori più belli dell’arcobaleno, dimostrando che la diversità è un pregio e non un difetto.

Giochi, risate, riflessioni, emozioni hanno caratterizzato le attività didattiche di tutti gli studenti. Ma sono stati i più piccoli a vivere la giornata di oggi come una vera e propria festa. Con i piedini ben saldi su una tovaglia colorata hanno scoperto quanto sia bella e colorata la diversità.

I calzini spaiati della I A

“La diversità è ricchezza.” hanno scritto sul loro quaderno i bimbi di prima C. 

I calzini spaiati dei piccoli della I C

E poi, pensandoci bene, è bello pensare che c’è sempre la possibilità di poter trovare un calzino che possa fare coppia con il nostro e che, anche se non proprio uguale, ci farà sentire meno soli, meno diversi, meno spaiati.