L’individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento (IPDA)

Data: 13/10/2023

individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento

L’individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento (IPDA)
Una variabile decisiva per il successo formativo

All’Istituto Comprensivo A. Roncalli di Grotte e Comitini il successo formativo passa anche dall’individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento (IPDA).
Giovedi 5 Ottobre, nell’atrio del plesso Orlando, si è svolto l’incontro informativo e formativo con gli insegnanti e i genitori dei bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e i primi due anni della scuola primaria, nell’ambito del Progetto per l’individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento(IPDA) in collaborazione con l’ASP.

L’obbiettivo principale di tale iniziativa è promuovere una cultura della prevenzione, in modo da favorire un precoce e mirato intervento pedagogico-didattico per contribuire e promuovere il benessere e il successo formativo a scuola.

Hanno relazionato la Dirigente Scolastica Prof.ssa Antonina Ausilia Uttilla, la Dott.ssa Marilù Calderaro del Servizio Educazione e Promozione della Salute – ASP Canicattì e il Dottore Lillo Magro, neuropsichiatra infantile. Ognuno secondo la propria specificità ha ampiamente ed esaustivamente illustrato le finalità di tale progetto che consente l’individuazione precoce delle difficoltà dei bambini. Tale anticipo consente di realizzare quelle attività di intervento pedagogico-didattico mirate, che permettono il potenziamento delle competenze acquisite e il superamento degli ostacoli. Difficoltà scolastiche non individuate in tempo o trascurate, affermano gli specialisti, determinano in futuro condizioni di disagio con riverberi anche sulla autostima e la relazionalità con i pari.

L’incontro, partecipato da genitori attenti e puntuali, ha consentito uno scambio di importanti riflessioni fra tutti i presenti.
Notevole soddisfazione per il successo dell’iniziativa ha espresso il Dirigente Scolastico che si pone l’obiettivo di fornire strumenti e strategie a tutte le famiglie dell’Istituto.

di Annamaria Apa