Torneo Sportivo Scuola Attiva Kids

Data: 07/06/2023

di Valeria Iannuzzo

Manifestazione di fine anno con percorsi misti per tutti gli studenti della Primaria

Martedì 6 giugno

 

Grande festa al “Roncalli” di Grotte e Comitini per la manifestazione finale di Scuola Attiva Kids, il progetto a cui il nostro istituto ha aderito per il secondo anno, rivolto agli studenti della scuola primaria, promosso da Sport e Salute, d’intesa con il Dipartimento per lo Sport, e dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, che promuove l’attività fisica e sportiva e la cultura del benessere e del movimento. Le classi terze e quarte della nostra scuola hanno fruito, anche quest’anno, di una figura specializzata, il Tutor Sportivo Scolastico, che ha affiancato i docenti curricolari nelle ore di educazione motoria per contribuire alla diffusione e al potenziamento dell’attività motoria e sportiva, aumentare il tempo attivo degli studenti, promuovere l’educazione alimentare e i corretti stili di vita.
Insomma, i nostri studenti un’ora a settimana hanno lasciato le loro aule per realizzare percorsi di attività motoria ed avvicinarsi a diverse discipline sportive.
Che l’arrivo del maestro di educazione motoria Salvatore Noto fosse un successo annunciato non c’erano dubbi, ma la novità più importante quest’anno è stata l’assegnazione del docente specialista di educazione motoria, introdotto per la classe quinta e il prossimo anno, come prevede la legge, anche per la classe quarta.
Dunque ben due specialisti hanno operato al Roncalli, assicurando agli studenti delle classi terze, quarte e quinte l’attività motoria prevista nel curricolo di base. Inutile sottolineare come la loro presenza abbia influenzato positivamente anche i docenti delle classi prime e seconde, che con maggiore impegno e costanza, seguendo il loro esempio e i loro preziosi consigli hanno assicurato ai loro studenti attività motoria e movimento.
La manifestazione di fine anno, a questo punto, era doverosa, e ha coinvolto anche gli studenti delle classi prime, che si sono cimentati brillantemente nelle attività programmate, realizzando percorsi motori a tempo, con slalom, ostacoli, tiro a canestro, saltelli e scaletta.
“Quest’anno l’educazione motoria nelle classi quinte è stato un po’ un esperimento a livello nazionale, devo dire riuscito abbastanza bene. – dice Valentina Sepe, docente specialista di Educazione Motoria – L’anno prossimo sarà estesa alle classi quarte e man mano ogni anno si andrà ad aumentare fino ad arrivare anche alle classi prime. L’esperienza con i ragazzi è stata bellissima, anche perché a quest’età si possono fare un sacco di attività ludiche e tanto gioco sport. I ragazzi sono stati molto interessanti e molto impegnati. Davvero bravi. Se è pur vero che molti di loro praticano attività pomeridiane sportive, a scuola hanno avuto modo di conoscere altri sport.”
Sono veramente tante le attività proposte dai docenti specialisti durante il corso dell’anno, ma al di là della varietà degli stimoli offerti ciò che ci piace sottolineare è l’entusiasmo con cui gli studenti le hanno svolte e soprattutto i cambiamenti che hanno prodotto nelle abitudini di ciascuno di loro.
“Esperienza importantissima quest’anno non soltanto per i nostri ragazzi, ma per tutti gli alunni italiani. – dice Antonina Ausilia Uttilla Dirigente Scolastico del Roncalli L’assegnazione di un docente specialista di educazione motoria ad ogni scuola primaria da parte del Ministero è stato un arricchimento per un percorso che sta alla base del processo di formazione e di educazione. Inoltre, la scelta di riproporre il progetto Scuola Attiva Kids ampliando il numero delle classi della scuola primaria, usufruendo di un tutor, ha avuto esiti di notevole importanza. I ragazzi sono felici, finalmente si muovono e hanno acquisito le regole del fair play con entusiasmo. L’IC Roncalli si adopera costantemente e con passione per ampliare l’offerta formativa; la nostra speranza è di continuare ad usufruire della totale collaborazione delle famiglie, la cui sinergia è fondamentale per la educazione dei nostri studenti.”

Gallery