Data: 20/05/2021

di Valeria Iannuzzo

20 Maggio, Giornata Mondiale delle Api
È stata celebrata oggi, il 20 maggio, la giornata mondiale delle api. Un evento pensato per celebrare la laboriosità delle api, ma soprattutto un’occasione per riflettere sull’importanza dell’instancabile lavoro degli impollinatori giallo nero da cui dipendono almeno i tre quarti delle produzioni agricole mondiali.
Tanti sono i pericoli che minacciano la sopravvivenza di questi preziosissimi insetti, che volano di fiore in fiore per impollinare piante da fiori selvatiche e raccolti alimentari.
Lo sapevate che le api supportano la produzione di oltre 80 dei principali prodotti agricoli mondiali? Lo sapevate che senza il loro lavoro non potremmo più degustare mele, frutti rossi, mandorle, cetrioli, zucche, fragole, caffè, cacao e cipolle?
È importante, però, ricordare che questi preziosi insetti sono in pericolo di estinzione ed è l’uomo il principale responsabile di questo disastro. Il ricorso a pesticidi, l’utilizzo di forme di agricoltura intensiva, l’inquinamento e i cambiamenti climatici che anticipano le fioriture, sono alcune delle cause alla base della scomparsa delle api.
Chi avrebbe mai pensato che un giorno sarebbe stato necessario dedicare una giornata alle api per riconoscerne l’operato e salvarle dal rischio di estinzione?
Alle api ciascuno di noi ha sempre pensato come insetti fastidiosi o come fonte di un preziosissimo nettare.
Ecco, le api sono molto di più e hanno un ruolo importantissimo all’interno del nostro ecosistema.
Celebrare le api vuol dire celebrare la vita, la fecondità, il perfetto equilibrio della natura.